PASSEGGIARE TRANQUILLAMENTE CON IL PROPRIO CANE

SUGGERIMENTI UTILI

Prima di partire è utile essere rilassati, noi ed il cane.

Non possiamo iniziare una passeggiata in tranquillità se siamo ansiosi e preoccupati pensando a cosa è successo nelle precedenti uscite temendo e, ancora peggio, immaginando che si possa ripetere.

Se il cane è agitato ed eccitato, la partenza della passeggiata deve essere proposta come premio alla rilassatezza non all’eccitazione.

Diversamente, col passare del tempo, i comportamenti indesiderati acquisiti saranno sempre più di difficile soluzione.

Ricordiamo che qualsiasi comportamento indesiderato non migliorerà se non verrà corretto ma andrà sempre aumentando.

Imparare ad utilizzare nella maniera corretta l’attrezzatura che intendiamo usare perportare a passeggio il cane è di basilare importanza.

Innanzi tutto teniamo di conto che dobbiamo procurarci quello che ci serve non quello che ci piace.

In questo caso seguire le mode non è detto sia la risposta alle esigenze relazionali tra noi ed il nostro cane.

Non con tutti i cani può essere utilizzato il medesimo strumento, tipologia di collare, pettorina e guinzaglio.

E’ necessario essere consapevoli del giusto motivo per cui abbiamo deciso di utilizzarlo, scelta che può essere correlata al tipo di cane, al contesto in cui si vive alle stesse nostre caratteristiche fisiche.

Durante la passeggiata il cane deve stare accanto a noi. Una volta eseguita una partenza corretta, è importante focalizzare la nostra attenzione sulla direzione da seguire e stabilire la velocità a cui procedere.

Mantenere il cane curioso e vigile, eseguire cambi di direzione ed andatura, stop, impartire semplici comandi farà in modo che l’attenzione del nostro amico sarà sempre più rivolta a noi.

In caso di cani che con il passare del tempo abbiamo sviluppato delle abitudini non simpatiche di fronte a cose e/o persone, luoghi o altri animali, ricordiamo che dobbiamo essere pronti ad affrontare i problemi se si presenteranno e non prevederli.

Proiettare dalla nostra mente l’immagine di quello che vogliamo, non anticipare quello che è successo in passato.

Essere a passeggio con il cane significa dedicare una parte della giornata alla condivisione del tempo, degli spazi, della vita con il nostro amico, perciò dobbiamo essere presenti e concentrati per dargli quello di cui ha bisogno, gioco affetto ma anche disciplina e regole per fare in modo che siano sempre di più e più gratificanti i tempi e gli spazi che potremo condividere.

Ci accorgeremo che maggiore sarà la quantità di passeggiate, più lunga la durata e sempre meno dovremmo intervenire per correggerlo aumentando così la sintonia delle nostre azioni e dei nostri desideri.

Bruno Rugi
Esperto del comportamento canino